Chiesa della SS.Annunziata

La chiesa e il convento della SS Annunziata rappresentano il più importante monumento quattrocentesco in tutta la provincia di Massa Carrara.
Nel luogo in cui oggi sorgono la grande chiesa e l’ex convento fino al 1470 ci sono solo campi e boschi  attraversati dalla Via Francigena. Proprio qui, in corrispondenza con un antico guado che collegava la sponda sinistra del fiume Magra con l’antica Pieve di Saliceto posizionata poco lontano, nel 1470 la Vergine appare più volte ad una pastorella di fronte ad una semplice edicola di pietra che contiene una immagine affrescata dell’Annunciazione.
Il luogo diviene oggetto di venerazione e fra il 1474 e il 1524 vengono edificati la grande chiesa dedicata all’Annunziata e il convento dei monaci Agostiniani.
All’interno della chiesa (che mescola elementi Rinascimentali e Tardogotici) sono conservati alcuni capolavori assoluti: lo spazio è dominato dallo splendido tempietto posto al centro della navata, vero capolavoro rinascimentale. Fu realizzato a Carrara nel 1526, tradizionalmente attribuito a Jacopo Sansovino. All’interno del tempietto è ancora visibile il tratto di selciato stradale con l’affresco di fronte al quale avvennero le apparizioni. Sopra l’affresco è la splendida pala con l’adorazione dei magi di Luca Cambiaso, massimo maestro nel rinascimento Ligure, datata 1558.
Sempre al Cambiaso si attribuisce la lunetta con Dio Padre benedicente posta sopra l’ingresso della Sacrestia. Altro pezzo di valore assoluto è il grande polittico (oggi in controfacciata), attribuito a Giacomo Serfolio e datato alla seconda metà del 400.
Collegata alla chiesa è infine la stupefacente sagrestia in legno di noce del sec. XVII impreziosita dallo splendido soffitto con trompe l’oeil affrescato nel sec. XVIII dal quadraturista Francesco Natali.
Annesso alla chiesa è il convento, che si svolge in due chiostri affiancati scanditi da eleganti colonne monolitiche in arenaria con capitelli di fogge differenti; sul secondo chiostro affaccia l’antico refettorio (oggi sala Rusconi) all’interno del quale è possibile ammirare un grande affresco rinascimentale raffigurante la Crocifissione.

Scopri gli itinerari guidati nei quali è inclusa la visita della Cattedrale di Pontremoli:

© Turismoinlunigiana.it - Guide turistiche Provincia di Massa Carrara, Lunigiana, Cave di marmo

(Le immagini contenute in questa pagina sono gentilmente concesse dai fotografi Walter Massari e Bernardo Ricci Armani)
 

 


« Torna indietro